You are currently viewing Quando d’inverno in Carinzia calano le notti stellate
©KlausDAPRA_Parco Nazionale Alti Tauri

Quando d’inverno in Carinzia calano le notti stellate

Nel silenzio della notte, quando d’inverno la neve brilla alla luce di luna e stelle, in Carinzia sono tante le occasioni per vivere momenti preziosi ed indimenticabili.Cena in una cupola di vetro
Christa e Oliver, gestori del Landgasthof Marhube, preparano deliziose fondute per romantiche cene di coppia o per gruppi di amici, che vengono servite in una cupola di vetro ai piedi del Goldeck, da cui si può ammirare un magnifico panorama alpino innevato. 
 ©Gert Perauer_la cupola ai piedi del monte Goldeck 
 Benessere con la luna piena
Le Kärnten Therme (Kärnten Therme di Warmbad-Villach), lo Strandhotel Weissensee e la Badehaus di Millstatt offrono momenti di benessere nelle serate con la luna piena: maestri di sauna che utilizzano particolari elementi per le ventilazioni, vasche idromassaggio panoramiche all’aria frizzante della sera, finger food con aperitivi e persino un bagno total naked nell’acqua cristallina del lago Weissensee.Escursioni notturne
Unplugged” e in pace è come ci si sente durante l’escursione nel Parco Naturale del monte Dobratsch. Qui non si vedono luci artificiali mentre si cammina su sentieri innevati fino al rifugio sul Zehner Nock. L’attenzione si concentra sull’essenziale. Un piccolo spuntino tipico e i punch creativi del rifugio ricompensano delle fatiche della salita, al pari della magnifica vista sulle Caravanche innevate e sulle Alpi Giulie. 
 ©ARGE Naturerlebnis_MichaelStabentheiner_passeggiata al monte Dobratsch 
 L’osservazione delle stelle “Sternlanschauen” al rifugio Naggler Alm, sopra il lago Weissensee, è uno dei “Momenti magici” nella natura proposti dalla Carinzia. Un esperto ranger del parco naturale accompagna gli ospiti sulla seggiovia, che raggiunge l’area sciistica per famiglie del Weissensee. Durante l’escursione lungo idilliaci sentieri invernali, si apprendono informazioni interessanti sul potere della luna e sulla natura del parco naturale. Arrivati alla meta, il rifugio Naggler Alm, si possono gustare prelibatezze regionali come la “frigga carinziana” (una sorta di frico friulano, a base di uova, formaggio, speck e burro) e altre specialità tipiche.Per avvicianrsi il più possibile alla luna piena basta prendere la cabinovia Biosphärenparkbahn Brunnach di Bad Kleinkirchheim fino alla stazione a monte dove tra i vari appuntamenti ci sono con un’escursione guidata con le fiaccole e un suggestivo spettacolo di fuochi. 
 ©ARGE_Naturerlebnis__MichaelStabentheiner_il lago Weissensee visto dall’alto 
 L’osservatorio astronomico dell’Hotel Pacheiner sull’Alpe Gerlitzen di notte “proietta” gli ospiti in altre galassie. Quando cala la sera è prevista una visita guidata interessante.Piste ben innevate per amanti della notte…
Quando il sole si ritira dietro le montagne, i riflettori sostituiscono i suoi raggi sulle piste ampie e ben innevate. Il giovedì, gli sciatori della notte si divertono sulla pista Königswiese del Katschberg, mentre nei sabato sera di gennaio e febbraio una delle piste illuminate a giorno più lunghe delle Alpi (2,2 km) resta aperta all’Alpe Nassfeld/Pramollo. Al Dreiländereckogni giovedì si svolge la “Notte dello sci alpinismo”, durante la quale la pista a valle rimane aperta per gli sci alpinisti a partire dalle ore 17:00.…e per mattinieri
Anche gli appassionati di sci che amano alzarsi presto, a Bad Kleinkirchheim trovano ciò che fa per loro con il programma “Sciare prima delle 9“. Franz Klammer, il leggendario campione olimpionico di sci, accompagna un gruppo esclusivo a sciare di prima mattina (Early Morning Skiing). Sulle piste in mezzo al parco dei monti Nockberge, Klammer darà consigli preziosi e svelerà i trucchi per fare curve perfette in carving. 
 ©TineSTEINTHALER_KaerntenWerbung_alba sul monte Falkert 
 Discese in slittino sotto il cielo stellato
Scendere di notte in slittino ha un fascino tutto particolare. In Carinzia lo slittino notturno è un’attività a cui non si può rinunciare nelle notti invernali: dalla più lunga pista da slittino illuminata della Carinzia, nella zona del Parco Nazionale degli Alti Tauri, al taxi trattore per il rifugio Unterwirthüttn a Bad Kleinkirchheim, fino al pratico noleggio di slittini a Innerkrems o Heiligenblut
 Per maggiori informazioni sulla Carinzia: www.carinzia.at

Come raggiungere la Carinzia:
In auto da Venezia: 2 ore e mezza di viaggio.
In auto da Bologna: 4 ore di viaggio.
In auto da Milano: 5 ore di viaggio.
In treno da Venezia: 3 ore e 50 min. di viaggio (Villach).
In treno da Bologna: 5 ore e 30 min. di viaggio (Villach).
In treno da Milano: 6 ore e 30 min. di viaggio (Villach).

About Carinzia

La Carinzia è composta da 9 destinazioni turistiche: il lago Wörthersee con la Valle Rosental, Villach-Warmbad/Lago Faaker See/lago Ossiacher See, Hermagor-Nassfeld/Pramollo-Pressegger See/Weissensee/Lesachtal, Bad Kleinkirchheim/lago Millstätter See/monti Nockberge, Hohe Tauern – Parco Nazionale Alti Tauri; Klopeiner See e la Valle Lavanttal – Carinzia del sud, la Carinzia centrale, Katschberg-Rennweg e la valle Liesertal e Klagenfurt, che è la città capoluogo della Regione con 100.000 abitanti.
Per maggiorni informazioni: www.carinzia.at