You are currently viewing Festività natalizie da favola nel paradiso delle Seychelles
Curieuse Island

Festività natalizie da favola nel paradiso delle Seychelles

Costume e cappello di Babbo Natale in valigia per un viaggio all’insegna del caldo e del relax

Le festività natalizie sono il periodo più magico di tutto l’anno, le luci, gli addobbi, il profumo delle castagne, dei pini, regalano un’atmosfera da favola in tutto il mondo. Tradizionalmente le festività natalizie si trascorrono in casa con i familiari e gli amici intorno ad una bella tavola imbandita di pietanze tipiche e deliziose, ma se si vuole trascorrere un Natale e un Capodanno diverso dal solito all’insegna del mare, del relax e del sole, le Seychelles sono la meta ideale. Questo meraviglioso arcipelago è un inno alla natura, se esistesse un paradiso sulla terra sarebbe sicuramente qui. Oltre a vivere giornate rilassanti tra spiagge, palme e mare è possibile fare meravigliose escursioni alla volta di St.Pierre e Curieuse, due aree marine protette a largo di Praslin.

Natale è il periodo delle tradizioni, della cucina tipica, dei pranzi in famiglia, dei mercatini e della frenetica corsa alla ricerca del regalo perfetto. Le vacanze natalizie, però, sono anche il periodo perfetto per regalarsi o regalare uno splendido soggiorno in giro per il mondo, per chi si vuole allontanarsi dalle fredde giornate invernali tipiche dell’Europa e godersi giorni all’insegna del caldo, del sole e del mare turchese, le Seychelles, grazie al clima tropicale durante tutto l’anno, sono la destinazione ideale. Queste 115 piccole isolette adagiate nell’Oceano Indiano, sono un arcipelago paradisiaco in grado di incantare e rapire il cuore di chi sceglie di visitarle. Un cappellino da Babbo Natale, un albero fatto di cocchi, un buon cocktail in mano e una sdraio in riva al mare, questi sono gli ingredienti per raggiungere l’apoteosi della felicità e del relax. L’atmosfera delle Seychelles è surreale, questi isolotti emergono dalle mille sfumature di blu, come fossero un miraggio nel bel mezzo dell’oceano. I paesaggi sono reali, ma sembrano dipinti perfetti di una cartolina: la folta vegetazione verde abbraccia le spiagge tanto bianche e soffici da sembrare borotalco, il turchese delle acque è un tutt’uno con il cielo sempre limpido, le albe e i tramonti rosso fuoco regalano delle sensazioni incredibili di pace e serenità come se tutti i pensieri e i problemi legati alla quotidianità non esistessero più.

Un viaggio alle Seychelles è fatto di una sola destinazione ma di mille volti diversi, questo è un luogo lontano nel tempo e nello spazio, la sua bellezza è intatta e originale tanto che i viaggiatori moderni possono ammirare oggi ciò che gli europei scoprirono nel lontano XVII secolo. L’arcipelago lo si può vivere in tanti modi: in relax sulle spiagge, in bicicletta in giro per le isole, facendo sport acquatici ma anche facendo incredibili escursioni alla scoperta di isolotti disabitati e incantanti. Tra le escursioni più belle ci sono quelle verso St.Pierre e Curieuse, due isole poco distanti da PraslinSt.Pierre è un’area di 0,65 km² ed è una delle mete delle Seychelles più fotografate, se si osserva dall’alto si avrà l’impressione di ammirare un puntino grigio e verde in mezzo al mare, ha una forma pressoché circolare e la sua costa granitica è abbracciata dalle verdi palme. Questa destinazione è ideale per chi vuole godersi una giornata di relax immersi in un paesaggio naturale senza eguali, ma anche per chi vuole praticare snorkeling e immersioni subacquee in queste meravigliose acque cristalline.

St.Pierre è disabitata ma accessibile via mare grazie alle taxi boat che partono da Praslin. Fino al 1972 su quest’isola veniva estratto il guano, ma dal 1979 è entrata a far parte dell’Area Marina Protetta del Curieuse Marine National Park. L’altra isola che merita di essere vista è proprio Curieuse, grande appena 1,78 km², è famosa perché è la casa di circa 500 tartarughe giganti di Aldabra, 300 delle quali vivono presso la stazione del Ranger e le altre 200 allo stato brado. Questo isolotto è famoso anche per la sua particolare terra rossa che addirittura le donò il nome in origine: inizialmente, infatti, era chiamata “Ile Rouge” per via appunto del colore rosso, fu poi ribattezzata “La Curieuse” in omaggio a Marion Dufresne, l’esploratore che nel 1768 ha viaggiato su queste acque con la nave “Curieuse”. Le Seychelles hanno una vegetazione e una fauna autentica e incontaminata, fatta di foreste ma anche di mangrovie ed enormi palme, di volatili di tantissimi specie ma anche di pesci coloratissimi visibili con una maschera e un boccaglio.

Che si decida di regalare o di regalarsi una vacanza di Natale e Capodanno in questo Eden è sicuramente un’idea meravigliosa: i tramonti, le albe, la natura, il clima mite, le infinite tonalità di azzurro sono tutte emozioni che rimarranno per sempre nel cuore di chi le vive.

info@seychelles-ita.it –- www.seychelles.travel