You are currently viewing L’inverno in Carinzia? Sensazionale!
Winter am Woertersee

L’inverno in Carinzia? Sensazionale!

​​La Carinzia si trova sul versante meridionale delle Alpi austriache; neve e sole sono garantiti ogni inverno, così come splendidi paesaggi imbiancatilaghi idillici e panorami stupendi. In Carinzia, ritrovare la pace e ricaricare le batterie viene con naturalezza, anche solo guardandosi intorno, e la neve che scricchiola sotto gli sci o le scarpe è una sensazione che porta benessere. In pochi altri luoghi le vacanze invernali sono così rilassanti e allo stesso tempo intense come in Carinzia, dove si possono praticare attività, sportive e non, che portano immensa gioia e soddisfazione. 
 ©Stabentheiner/KW 
 Sciare
Tutti gli amanti dello sci trovano in Carinzia quello che cercano: 30 zone sciistiche (considerando anche quelle del Tirolo orientale), ognuna con una sua peculiarità e tutte comprese in una sola tessera, il TopSkiPass. Inoltre, vi sono diversi skipass locali con una vasta offerta supplementare. Oltre 800 chilometri di piste ben innevate e preparatelarghe e sicure, che assecondano ogni curiosità o ambizione sportiva, in mezzo a vette possenti di 3000 metri, su dolci cime arrotondate o colline perfette per bambini e principianti. Inoltre, in diverse zone sciistiche si trovano anche impegnative piste a cunette e halfpipe, oltre a pendii incontaminati per freerider e amanti della neve fresca.Per i principianti, i bambini, per chi desidera perfezionare il proprio stile o per imparare le nuove tecniche richieste dagli attrezzi sportivi di ultima generazione, in Carinzia ci sono ben 40 scuole di sci con maestri esperti.Un altro punto di forza della Carinzia è l’assistenza sulle piste da sci: servizio navetta dal parcheggio agli impianti di risalita (Katschberg, Alpe Gerlitzen, Nassfeld/Pramollo), servizio carrozza dall’hotel al corso di sci per bambini (Katschberg), manutenzione sci sulle piste (Nassfeld/Pramollo), app dei posti auto e informazioni on-line sull’occupazione dei parcheggi (Alpe Gerlitzen, Turracher Höhe), fazzoletti per il naso presso gli impianti di risalita (Turrach e Nassfeld/Pramollo) e la possibilità di caricare già da casa propria le keycard per quasi tutte le zone sciistiche carinziane, in modo da raggiungere le piste da sci ancor più rapidamente.Nella zona sciistica Turracher Höhe c’è addirittura il prezioso servizio prestato dai “maggiordomi delle piste”, che ogni giorno forniscono assistenza sulla neve, offrendo fazzoletti di carta, crema solare, dolciumi e bibite. La loro presenza sulle piste da ormai 22 anni garantisce benessere per sciatori grandi e piccini. 
 ©Valthe Stefan 
 Pattinaggio sul ghiaccio nei laghi gelati
L’attuale situazione climatica rende tutto estremamente incerto nelle previsioni meteo; tuttavia, la superficie di alcuni laghi della Carinzia in inverno si copre completamente di ghiaccio, trasformandoli in meravigliose e levigate piste all’aperto, dove pattinatori di hockey su ghiaccio e appassionati di stock sport (birilli su ghiaccio) si divertono un mondo. È carinziano, infatti, il lago la cui superficie di ghiaccio naturale è la più grande d’Europa: il Weissensee. Qui si svolge ogni anno il “Tour alternativo delle 11 città olandesi”, una popolare gara di pattinaggio su ghiaccio di velocità, a cui partecipano oltre 5000 pattinatori dai Paesi Bassi. Il percorso della gara per i pattinatori professionisti è lungo 200 chilometri e il record mondiale è stato stabilito proprio sul Weissensee: 5 ore e 11 minuti. Nel corso dei 15 giorni di questa manifestazione, si svolgono gare anche per pattinatori amatoriali di diverse lunghezze. Nel 2023 si terrà dal 21 gennaio al 4 febbraio
 ©Hader/Millstätter See Tourismus¬_Kärnten Badehaus sul lago Millstätter See 
 Terme, saune, case dei bagni & C.: i mille volti del wellness invernale in Carinzia
In Carinzia esistono moltissime strutture dove dedicarsi al puro benessere in inverno. Particolarmente generosa è l’offerta wellness di Bad Kleinkirchheim, famosa stazione sciistica di Coppa del mondo nel parco dei Nockberge. Qui gli amanti degli sport invernali in cerca di distensione trovano due diversi stabilimenti termali: i bagni Römerbad, che si trovano presso il traguardo della pista di Coppa del mondo, e le terme di St. Kathrein per le famiglie e la salute.Sul lago Millstätter See si trova invece la Kärnten Badehaus, una delle cosiddette “case dei bagni”, strutture oggi rinnovate, tipiche dell’inizio del 1900, generalmente con il telaio bianco e le ampie vetrate, che consentono di godere della meravigliosa vista del lago anche nella stagione fredda. Sul lago Wörthersee, esiste una tipica casa dei bagni carinziana, annessa all’hotel Werzer’s e da poco ne è sorta una anche sulla riva del lago Klopeiner See
 ©Kärnten Therme a Villach 
 A Villach, le Kärnten Therme sono fra i centri per le terme e il divertimento più moderni nell’Austria del sud, con scivoli acquatici, area sportiva, area bimbi e una grande offerta SPA.Inoltre, in Carinzia, sul lago Wörthersee o al passo Turracher Höhe, si trovano hotel wellness dove anche d’inverno gli ospiti possono fare la sauna e il bagno in piscine create delimitando parti di lago.Infine, per i veri amanti della natura, la fonte termale Maibachl a Warmbad Villach, che si attiva solo durante il disgelo o in seguito a lunghi periodi di pioggia, riempie di acqua calda piccole vasche di sorgente dove immergersi, in tutti e con tutti i sensi, nella natura. 
 ©Tine Steinthaler/KW 
 Trekking di sci alpinismo
Per gli amanti di questa disciplina, la Carinzia offre oltre 160 itinerari controllati. Tra essi, una vera particolarità: il Nockberge-Trail, un trekking che collega 5 zone sciistiche (Katschberg, Innerkrems, Turrach, Falkert e Bad Kleinkirchheim/St. Oswald). Si tratta del primo trail di sci alpinistico prenotabile online (d’estate è prenotabile per chi fa trekking). Suddiviso in quattro tappe giornaliere, l’itinerario è adatto a sciatori preparati e ben allenati, che preferiscono evitare passaggi alpinistici impegnativi. Ogni tappa prevede fino a sei ore di marcia, ma lungo l’itinerario sono presenti impianti di risalita che consentono di risparmiare diversi metri di dislivello per tappa. Un’altra particolarità è che lungo il Nockberge-Trail non si dorme nelle camerate dei rifugi, come è consuetudine in tanti altri itinerari di sci alpinismo di più giorni, ma in lussuosi hotel (wellness), gustando l’eccellente gastronomia dell’Alpe Adria. 
 ©Edward Groeger/KW 
 A proposito di cucina… Atmosfera romantica al rifugio e assaggi di cucina carinziana dell’Alpe Adria
Nelle stazioni di sport invernali e anche sulle piste da sci, diversi ristorantitrattorie e rifugi invitano a fare delle soste ristoratrici. Molti di questi locali viziano il palato degli ospiti con specialità tipiche della Carinzia, in buona parte conformi alla filosofia Slow Food. Quasi in ogni angolo della Carinzia si trovano particolarità gastronomiche, e la passione e la cura per i prodotti locali sono molto sentite. Coltivare un rapporto rispettoso con la natura e con le sue preziose risorse, promuovere la sostenibilità e tutelare la varietà dei sapori locali, sono valori ben radicati in Carinzia. Fra le specialità tipiche della cucina carinziana ci sono i tortelloni carinziani (Kärntner Käsnudel), la trota di lago carinziana (Kärntner Laxn), la tipica merenda al tagliere “Brettljause” (per esempio con formaggio e speck della valle Gailtal), le specialità a base di selvaggina della zona, l’agnello del Grossglockner (Glocknerlamm), la carne bio di oca, il pane contadino della valle Lesachtal (patrimonio mondiale Unesco), i tortelloni alle pere secche con burro al miele (Kletzennudel) e il Reindling (focaccia lievitata con zucchero, uva sultanina e cannella). Da non dimenticare: l’acquavite al pino cembro fatta in casa (Zirbenschnaps). 

Voglia di provare qualcosa di nuovo e di diverso?
Immersioni nel ghiaccio e “sport invernali insoliti”
In Carinzia è possibile fare due esperienze insolite sul ghiaccio, come le immersioni nel lago ghiacciato Weissensee e le arrampicate su cascate ghiacciate, per esempio a Nassfeld/Pramollo o a Heiligenblut nel Parco Nazionale Alti Tauri. A Nassfeld/Pramollo si trova un centro dedicato agli “sport invernali insoliti”. Qui si può provare a piacimento la snowbike (una bicicletta con piccoli sci al posto delle due ruote), l’hammerhead (una sorta di slittino su cui si scende sdraiati con la testa davanti), lo snowtrike (una sorta di triciclo con gli sci per ricreare l’esperienza di discesa in mountain bike sulla neve) o il minibob. Lo sport della snowbike si può praticare anche a Bad Kleinkirchheim, sul lago Weissensee o al Dreiländereck. 
 ©Michael Stabentheiner 
 Avventure in notturna
In Carinzia, anche chi ha voglia di insolite avventure notturne trova ciò che cerca. Per esempio sulle piste da sci aperte anche dopo il tramonto (come a Bad Kleinkirchheim e a Nassfeld/Pramollo), oppure durante una gita di sci alpinismo con lampada frontale sul Dreiländereck. Diverse località propongono escursioni con le ciaspole nelle notti di luna piena (ad esempio sul monte Dobratsch) o divertenti discese notturne in slittino (per esempio al Katschberg, sulla Turrach e a Innerkrems).