You are currently viewing L’estate a Villach: distensione, natura e cultura
©-Region Villach Tourismus_Franz Gerdl

L’estate a Villach: distensione, natura e cultura

Lontano dai ritmi frenetici dettati dalle giornate lavorative, l’estate di Villach è all’insegna del puro relax e del piacere della scoperta: una ricca offerta termale, ampi spazi per connettersi con la natura e luoghi pieni di cultura della cittadina austriaca aspettano i visitatori della regione della Carinzia.

Le terme di Warmbad-Villach, antico paradiso di benessere e calore
Le KärntenTherme sono le terme più meridionali d’Austria, e si trovano a Warmbad-Villach, antica località termale conosciuta già dagli antichi romani che avevano saputo riconoscere i benefici delle preziose acque che sgorgavano dal sottosuolo. Rinnovate nella struttura, quest’anno hanno celebrato il decimo anniversario della loro nuova e futuristica veste, all’insegna di benessere e relax, ma anche divertimento.
Per tutta la famiglia è presente un’area FUN super attrezzata, fornita di scivoli a tubo e Crazy River. L’offerta è completata da una piscina sportiva da 25 metri, una splendida palestra fitness e dalla SPAradies come oasi di benessere di prima classe.
Per raggiungere la propria camera subito dopo i bagni, o sgranocchiare qualcosa in albergo, un passaggio coperto permette di raggiungere l’hotel Karawankenhof direttamente in accappatoio. Le torte fatte in casa del Cafe Restaurant Hotel Warmbaderhof, di fronte alle terme, sono una delizia da non perdere.Informazioni: www.kaerntentherme.comwww.karawankenhof.comwww.warmbaderhof.comwww.warmbad.com 
“Urquellbecken”, un tuffo nell’acqua di sorgente

Un bagno nella leggendaria piscina “Urquellbecken”, presente nel resort termale di Warmbad-Villach, è un’esperienza unica. Ogni giorno, 10 milioni di litri d’acqua termale antidolorifica e antinfiammatoria sgorgano nella piscina, emergendo direttamente dal fondo di ghiaia come acqua sorgiva. Il contenuto della vasca si rinnova ogni tre o quattro ore. Oltre alla piscina di sorgente, il complesso termale offre le migliori strutture termali, il lusso a 5 stelle, una rinomata pasticceria e tanto altro.  Informazioni: www.warmbaderhof.comwww.med-warmbad.at 
Bad Bleiberg, l’acqua della giovinezza
Bad Bleiberg non offre una semplice cura termale, la sua acqua calda e curativa sgorga qui da decenni e permette di realizzare una vera e propria terapia di ringiovanimento delle cellule. L’ex villaggio minerario, un tempo dedicato alla produzione di piombo, è stato riconvertito in un centro di cura dei disturbi reumatici, stress e malattie respiratorie. Per un trattamento extra curativo, sono accessibili al pubblico due gallerie climatiche, dove respirare profondamente. Cure e vacanze confortevoli sono all’ordine del giorno all’hotel per la salute Vivea di Bad Bleiberg, che ha recentemente ultimato i lavori di ristrutturazione per migliorare estetica e funzionalità. Anche al rinomato hotel per il benessere e la salute Humanomed Bleibergerhof ha apportato grandi modifiche all’interno della sua organizzazione, a partire dal nome, BLEIB BERG Health Retreat.
Informazioni: www.vivea-hotels.com/hotels/bad-bleiberg-kaernten/www.bleib-berg.com
    
Mystica, Terra Montana
Le emozioni offerte da Bad Bleiberg non finiscono qui, e coinvolgono tutta la famiglia. Qui si trova il parco a tema “minerario” Terra Mystica, Terra Montana: tra le mete escursionistiche più popolari della Carinzia, permette di scoprire il magico mondo del sottosuolo. Un trenino accompagnerà in una interessante visita guidata, che parte con uno scivolo dei minatori lungo 68 metri!Informazioni: www.terra-mystica.at  
La località di Nötsch: luce e tradizioneLa luce che risplende a Nötsch, ai piedi del Dobratsch, è in grado di esercitare un fascino irresistibile. Fu proprio lo stupore scatenato da questa luce a catturare gli artisti del “Nötscher Kreis”, un centro d’arte impressionista frequentato da pittori di fama internazionale.

Tra i partecipanti di questo circolo, si ricordano Sebastian Isepp, Anton Mahringer, Franz Wiegele e Anton Kolig. Ancora oggi a Nötsch il panificio e il mulino Wiegele (il più antico mulino attivo nella Carinzia meridionale) documentano il lavoro artistico di questi pittori e il loro ambito d’attività. Il museo del “Nötscher Kreis” nel centro di Nötsch, mantiene viva tutt’ora la memoria e la tradizione di questa corrente artistica, e racconta ai suoi visitatori la vita e le opere degli artisti del circolo di Nötsch raccolti intorno a Franz Wiegele.La zona offre tante destinazioni raggiungibili in giornata. Tra queste, il parco naturale, dove vivere un’escursione avventurosa guidati dal ranger, o il fiume Gail.
Il fiume si presta ad essere salpato in canoa o rafting, proposta ideale per i turisti più avventurosi, o costeggiato tramite un giro in carrozza. Tra le idee più panoramiche, quella di sorvolare con un piccolo aereo l’incantevole paesaggio della Carinzia.Per sperimentare la tranquillità della natura, i 50 chilometri di sentieri segnalati sono la meta ideale. I vari percorsi includono piste ciclabili ed equestri e i migliori luoghi di pesca. Per una pausa rinfrescante, si può andare alla piscina Berg-Erlebnisbad o ai vicini laghi balneabili. Grazie alla qualità sua tradizione culinaria, Nötsch è divenuta una capitale dello Slow Food. Dallo speck della Gailtal, al formaggio di capra e al miele di bosco: i prodotti confezionati a mano migliori della zona si possono trovare al locale spaccio Adeg Kovsaca, dalla tradizione centenaria. Alcuni produttori sono felici di mostrare ai visitatori le proprie tecniche di lavorazione e oltre alla vendita diretta propongono visite guidate della loro azienda.Informazioni: www.noetsch.at www.noetscherkreis.at 
Arnoldstein: vacanze felici senza frontiere

La zona turistica di Arnoldstein nella Gailtal si trova nelle immediate vicinanze del monte Dreiländereck dove s’incontrano i confini di Austria, Slovenia e Italia. La particolare collocazione geografica ha reso questa zona un punto di incontro di tre culture molto differenti tra loro: la germanica, la neolatina e la slava, ognuna delle quali ha lasciato il proprio segno. I visitatori, i turisti e gli ospiti in vacanza ad Arnoldstein possono vivere la particolarità di questa zona turistica, imparando a riconoscere le tracce delle varie influenze e attraversando i tre confini tramite le numerose piste ciclabili, i sentieri per mountain bike o semplicemente camminando sul 3-Länder-Tour.
Ogni anno, la prima domenica di settembre si svolge l’escursione internazionale al Dreiländereck. Migliaia di escursionisti che salgono da Austria, Italia e Slovenia si ritrovano in vetta per celebrare una grande festa internazionale “Senza Confini”. Il programma di festa dura tutto il giorno con specialità gastronomiche e un programma culturale.Il Dreiländereck diviene in inverno una delle più belle aree sciistiche della Carinzia: piccola, fine, molto familiare, con piste di qualità perfetta e un’atmosfera personale. Fuori dalle piste, gli ospiti possono avventurarsi in meravigliose escursioni sui sentieri invernali e una rete per lo sci di fondo lunga oltre dieci chilometri.Il coro “Grenzlandchor Arnoldstein”, uno dei più famosi cori carinziani, esprime tramite il canto la meraviglia e la tradizione di questi luoghi. I resti del monastero di Arnoldstein testimoniano la storia e la cultura del posto, e ospitano oggi un vivace centro culturale per concerti e feste. Da non perdere: la torre per la produzione di pallini da cartucce sul Fuggerau, il museo dell’antica bottega Greißlermuseum a Thörl-Maglern, gli edifici sacri, la cascata di Pöckau e l’emozionante museo del bunker al passo Wurzenpass, che si estende su 11.000 metri quadrati.Informazioni: www.arnoldstein.gv.atwww.3laendereck.at  
Da non perdere: a Villach torna la festa del “Villacher Kirchtag”!

Dal 31 luglio al 7 agosto, torna anche la tanto amata Villacher Kirchtag, la più grande manifestazione folkloristica d’Austria. Alla sua 77esima edizione, attende i suoi sempre entusiasti partecipanti, che avranno la possibilità di calarsi con corpo e mente nelle tradizioni del territorio carinziano tra musica folk e balli, ma anche allegri e tradizionali, senza dimenticare le golose degustazioni di piatti tipici e birre artigianali, spettacoli ed eventi.Per informazioni: www.villacherkirchtag.at 

Come arrivare:
In treno: ogni giorno collegamenti diretti con le maggiori città italiane (es. Milano, Venezia, Udine, Trieste, Bologna, Firenze, Roma). Per dettagli e approfondimenti: www.obb-italia.com


In auto: per pianificare il viaggio consigliamo di utilizzare il cerca percorsi sul sito ufficiale della regione di Villach www.visitvillach.at.

Informazioni turistiche per il pubblico (in italiano):

Region Villach Tourismus GmbH             

Peraustraße 32

9500 Villach, Österreich

Tel.: +43 / (0)4242 / 42000 – 0, Fax: +43 / (0)4242 / 42000 – 42

FN171412b I LG Klagenfurt            

E-Mail: office@region-villach.at