You are currently viewing Scoprire l’Ungheria

Scoprire l’Ungheria

Scoprendo le terme ungheresi: Hévíz , cropo e mente in armonia
C’è una piccola cittadina vicino all’estremità occidentale del Balaton il cui nome stesso allude alle sorgenti termali locali: Hévíz, dove fare il bagno nel lago termale biologicamente attivo più grande del mondo.
Il lago, parte di una riserva naturale di 50 ettari, risale a oltre decine di migliaia di anni fa, ha una profondità massima di 38 metri e vanta una superficie di 4,4 ettari. I boschi circostanti sono un elemento chiave per il sistema ecologico, completando l’effetto terapeutico delle acque.
L’acqua del lago si ricambia in maniera naturale ogni 3 giorni e mezzo, grazie alle sorgenti di acqua calda e fredda al suo interno. La temperatura dell’acqua è di 33-38 gradi d’estate e non scende mai sotto i 22-23 gradi d’inverno, permettendo il bagno quando il lago è spesso coperto da una coltre di nebbia.
L’acqua termale del lago è consigliata nella riabilitazione post-operatoria dell’apparato locomotore e per alleviare i dolori connessi alla gotta.  Il fondale del lago è coperto da uno strato di torba spesso vari metri, con fanghi estremamente morbidi grazie ai microorganismi che vi vivono. I trattamenti effettuati col fango caldo stimolano la circolazione favorendo il normale metabolismo. Il fango estratto dal lago è anche un ingrediente molto richiesto dall’industria cosmetica, che rende la pelle flessibile, morbida e setosa.
Gli hotel-centri wellness di prima classe di Hévíz, nonché gli altri stabilimenti termali della zona, accolgono gli ospiti con un’ampia offerta di terapie classiche, servizi wellness moderni, programmi fitness, selfness e per la promozione della salute. In particolare lo storico elegante complesso termale sull’acqua, dagli interni completamente rinnovati, ospita reparti per le terapie e un centro wellness, un ambiente ideale per chi ricerca cura, riposo e relax.
I dintorni riservano numerose esperienze di turismo attivo, culturali e culinarie. I parchi, viali e percorsi escursionistici sono ideali per il relax e il nordic walking.
Scopri di più

Visitare la regione del Balaton 
Il Balaton, il più grande lago dell’Europa Centrale, offre innumerevoli ed indimenticabili emozioni tutto l’anno. Questo lago con una superficie di quasi 200 km2, si riscalda molto facilmente d’estate e proprio per questo motivo le sue rive attirano molti tipi di turisti: le basse sponde meridionali sono ideali per le famiglie con bambini, mentre su entrambi i lati del Balaton si trovano spiagge adatte alla famiglie dove poter esercitare sport acquatici.
Dalla primavera all’autunno le alture del Balaton, parte del patrimonio dell’umanità, brillano nella loro atmosfera unica, abbellite dai rilievi vulcanici, con un piacevole microclima e tanti castelli, monasteri in rovina e punti panoramici da conquistare.
Vorresti fare un brindisi con le persone che ami? Visita la storica regione vinicola del Balaton dalla bellezza pittoresca! Aziende vinicole a conduzione familiare ed enoteche accattivanti accolgono coloro che desiderano degustare i famosi vini ungheresi in un ambiente magico.
O sei piuttosto in vena di fare festa? Divertiti ad un festival musicale o enologico: sicuramente ti innamorerai del Balaton.
Per rilassarti e ricaricati visita una delle terme della zona oppure dirigiti a Hévíz, dove immergerti nel lago più grande d’Europa con acqua curativa che ristora il corpo e l’anima. Se vuoi scoprire la calma del Balaton invernale, goditi gli sport sulle piste da sci e la “pista di ghiaccio” più grande d’Europa.
Desideri un viaggio ecosostenibile in bicicletta? Costruisce il tuo itinerario con l’app Balatonbike365, scopri le perle nascoste del lago e gestisci i tuoi spostamenti in base al tuo livello di preparazione atletica: il tramonto sul lago, degustando un buon calice, diventerà il tuo ricordo perfetto!
Pianifica il tuo viaggio

Cosa da vedere nella regione del Balaton

              
Castelli
Il Castello di Sümeg è il più grande e intatto d’Ungheria,. Le mostre sulla sua storia, i giochi del castello e gli emozionanti spettacoli ippici ricreano la vita nella fortezza, costruita alla fine del XIII secolo. Ai piedi del castello il parco avventure di ambientazione medievale, che offre l’opportunità di prendere parte ad una lezione di storia interattiva.Nel Palazzo Festetics da non perdere una passeggiata nel parco del palazzo in stile barocco e la mostra del Museo del palazzo Helikon, dove scoprire la vita dei principeschi proprietari nei secoli passati.Il Castello di Szigliget è uno dei più belli delle alture del Balaton, costruito 750 anni fa. Resistette a tutti i tentativi d’invasione dell’esercito ottomano, ma fu poi incendiato da un fulmine e distrutto dagli Asburgo. Il rifacimento è terminato nel 2020: sono ora presenti molti elementi interattivi, una mostra e uno spazio coperto. Le termeL’acqua termale piacevolmente calda del lago di Hévíz gode di una meritata reputazione per la cura di disturbi reumatici e muscolo-scheletrici. La passeggiata è fiancheggiata da sicomori e dal lago Hévíz da un lato e dagli splendidi edifici dell’Ospedale Szent András, fondato nel 1870, dall’altro. Camminando intorno al lago, la strada per tornare all’ingresso dei bagni conduce alle Terme Festetics attraverso un parco ombroso.Le recentemente rinnovate terme di Zalakaros a Gránit hanno una superficie di 25.000 m2 ed offrono divertimento ed esperienze indimenticabili per giovani e adulti. C’è solo l’imbarazzo della scelta tra le attività offerte, tra cui piscine termali e ludiche, un parco scivoli e vari servizi wellness. CittàIl quartiere del castello a Veszprém domina le medievali stradine tortuose della città con una profusione di musei, palazzi, gallerie e chiese, dalla Torre di avvistamento incendi al punto più alto del castello, dove le statue di Santo Stefano e della Beata Gisella sorvegliano la città. Da visitare il Palazzo Dubniczay, la Cattedrale di San Michele, il Palazzo Arcivescovile e la Cappella Gisela, ma anche il Collegio Salesiano, situato nella casa Bíró-Giczey, costruita nel XVIII secolo e ristrutturata di recente. Merita sicuramente una visita per le sue sale decorate con affreschi barocchi, la mostra liturgica e il laboratorio di un liutaio.La visita al centro di Balatonfüred riporterà indietro nel tempo, grazie a edifici neoclassici, bellissimi parchi e strade acciottolate. Praticamente ogni edificio ha una storia da raccontare: attori, scrittori e non solo avevano ville in questa zona. Da visitare le Villa Vaszary, la casa commemorativa di Mór Jókai e la chiesa rotonda, per poi passeggiare sul lungolago Tagore e lasciare che le numerose statue e targhe raccontino la storia della città. Il poeta indiano e premio Nobel Rabindranath Tagore diede vita alla tradizione di piantare alberi – ricordo sul lungolago. Siti naturaliLa grotta lacustre di Tapolca, scoperta nel 1903, è soltanto una breve sezione di un sistema di grotte che si estende sotto la città. Anche i bambini troveranno emozionante la mostra interattiva del Centro visitatori. È poi possibile remare per 180 m nelle acque cristalline del lago sotterraneo. Una volta tornati in superficie, si consiglia una breve passeggiata fino al lago Malom dove i pesci colorati zigzagano nell’acqua.L’arboreto di Badacsonyörs fu fondato dal dottor Gyula Folly nei primi anni del 1900. Oggi la quarta generazione di giardinieri si prende cura delle centinaia di alberi, le cui enormi chiome offrono ai visitatori frescura anche d’estate, oltre ad una bellissima vista panoramica. Dopo una passeggiata nel giardino è possibile degustare sciroppi di frutta e vini locali. Esperienze culturaliLa visita del Balaton non può che comprendere l’abbazia benedettina di Tihany, fondata circa 1000 fa, simbolo della penisola di Tihany famoso in tutto il mondo.  Il re fondatore fu sepolto nella cripta, l’unico luogo di sepoltura reale della dinastia Árpád ancora intatto.Il parco avventure di Zalaszabar offre divertimento per tutte le età: i più piccoli possono provare scivolo interno, parco giochi acquatico e centro giochi al coperto, mentre i più grandi si divertiranno con escape room, cinema 4DX, simulatore 3D Exojet e zona VR.La torre panoramica in cima alla collina del castello di Balatonboglár è stata intitolata a János Xantus. La costruzione, nota in precedenza come Atomium ungherese, fu eretta come attrazione per la Fiera Internazionale nel 1960, ed è stata poi trasferita qui senza la copertura interna originale. Il panorama da questa sfera d’alluminio dal diametro di 15 m ad un’altezza di 165 m è affascinante in ogni direzione, ma i rilievi vulcanici sulla sponda danno il meglio al tramonto.La mostra interattiva del Centro visitatori di storia navale di Balatonföldvár presenta la storia della navigazione e della vela sul lago Balaton. È ospitata in un interessante edificio a forma di barca con un “albero” alto 25 m, la torre d’avvistamento più alta sul lago Balaton, che offre una vista eccezionale sul lago. Il centro visitatori dispone anche di sala cinema, sala eventi, centro e parco giochi.Il centro turistico di Balatonlelle-Rádpuszta si trova a 3 km dal lago Balaton ed è una delle destinazioni preferite di chi ama la cucina tradizionale ungherese e la ricreazione attiva. Il ristorante con tetto di canne, in una tenuta di 6,5 ettari circondata dai laghi Rád, serve pietanze cotte in un forno di mattoni. La mostra sulla storia del vino offre una panoramica delle tradizioni enologiche di ogni regione vinicola ungherese. Rádpuszta è famosa anche per i suoi spettacoli di cavalli e le sue scuderie aperte ai visitatori, esperti e non.
Un itinerario di 5 giorni