Un Friuli Venezia Giulia da (ri)scoprire: oltre 30 visite guidate sul territorio e cinque nuovi video per apprezzare le perle dell’Unesco

Un Friuli Venezia Giulia da (ri)scoprire: oltre 30 visite guidate sul territorio e cinque nuovi video per apprezzare le perle dell’Unesco

Prosegue il calendario delle visite guidate che durante la prima parte dell’estate ha registrato oltre 3000 presenze nelle diverse località della regione

Scoprire le leggende e i misteri che avvolgono la città di Trieste, cercare i simboli che caratterizzano gli ingressi dei palazzi del quartiere ebraico di Gorizia.  Ma anche passeggiate tra le rovine dell’antica colonia romana di Aquileia, tra le testimonianze industriali di Torviscosa, la città della cellulosa del Novecento, e le colorate tessere di mosaico di Spilimbergo.

Le città del Friuli Venezia Giulia, dai quattro capoluoghi di provincia con Udine, Pordenone, Trieste e Gorizia, ai patrimoni Unesco e ad alcuni dei luoghi più suggestivi della regione, sono pronte a svelare la loro bellezza attraverso le esperienze che si possono vivere grazie alle numerose visite guidate proposte sul portale ufficiale di PromoTurismoFVG. Visite guidate che, con l’ausilio di guide turistiche regionali, sono ripartite in sicurezza e offrono ai turisti e ai visitatori la possibilità di immergersi nella storia e nelle curiosità delle città d’arte, per poi apprezzare la cultura delle tradizioni locali, i silenzi della natura, i colori intensi dei giardini e i sapori della ricca tradizione enogastronomica da gustare nei locali dei centri storici.

Accanto ai tour più classici sono stati infatti pensati alcuni itinerari più originali, per attrarre anche un pubblico più curioso. E in un paio di mesi le adesioni non sono mancate: da inizio estate sono oltre 3000 le visite guidate organizzate da PromoTurismoFVG che hanno appassionato vacanzieri ma anche cittadini del Friuli Venezia Giulia, come occasione per conoscere un pezzetto in più della storia di questa regione.

Scopri qui tutte le visite guidate del Friuli Venezia Giulia: www.turismofvg.it/arte-cultura/visite-guidate

TRIESTE, I SEGRETI DELLA CITTA’ VECCHIA TRA FLANEUR E LEGGENDE

Non c’è un solo modo di osservarla, assaporarla e viverla. L’importante è farlo da prospettive diverse e senza perdere la curiosità di cogliere ogni suo dettaglio, perché Trieste è diversa fin dal primo sguardo rispetto alle altre città italiane. Dai vicoli appartati basta riallacciarsi alle traiettorie delle grandi piazze e dei monumenti perché la città riacquisti il suo volto più noto, quello multiculturale e mitteleuropeo. Nella patria di Italo Svevo, le visite guidate conducono alla scoperta dell’antico Teatro Romano, ai piedi del Colle San Giusto, e si addentrano nel cuore della città: chi è convinto di conoscere ogni angolo di Trieste rimarrà stupito scoprendo come la città vecchia nasconda ancora parecchi segreti e tante curiosità nel racconto di leggende e misteri legati ai numerosi artisti e autori ospitati tra l’Ottocento e il Novecento. Infine, il castello di Miramare, un capolavoro di architettura eclettica e opulenza asburgica incorniciato dai 22 ettari di parco che lascerà a bocca aperta per la sua vista mozzafiato sul mare.

Scopri qui le visite guidate di Trieste

GORIZIA, LA PICCOLA GERULASEMME DI FRONTIERA

Città giardino, affacciata sulle acque del fiume Isonzo, ribattezzata la “Nizza asburgica” quale luogo privilegiato per le vacanze della nobiltà austriaca, Gorizia rappresenta uno straordinario condensato di fatti e personaggi. A maggior ragione dopo la conquista della candidatura a capitale della cultura assieme a Nova Gorica nel 2025. Chi la visita può trovare segni e testimonianze di tutto questo nei monumenti, nelle lapidi presenti ovunque, e soprattutto nei musei allestiti in Borgo Castello, sorto attorno all’antico maniero medievale, splendidamente conservato. Dal colle del castello il panorama domina sulla città e sui dintorni, allungandosi verso il pittoresco Collio, zona di prodigiosi vigneti. La strada più antica e suggestiva è via del Rastello che, con i suoi palazzi in stile austroungarico, conduce alla centralissima piazza Vittoria, una volta cuore del quartiere tedesco. In pochi minuti si raggiunge la zona del ghetto ebraico, costituito nel 1696 e di cui rimane la stupenda sinagoga con all’interno un piccolo museo dedicato a Carlo Michelstaedter, geniale poeta e filosofo morto giovanissimo nel 1910. Per gli amanti del verde e dei fiori, da non perdere l’incantevole Giardino dei Viatori, una delle più belle aree botaniche d’Italia.

Tutti i dettagli delle visite guidate a Gorizia 

AQUILEIA, ANTICA METROPOLI ROMANA

Definita “la seconda Roma” per il ruolo svolto nell’antichità e per la ricchezza delle sue testimonianze archeologiche, Aquileia è sicuramente uno dei siti archeologici più importanti d’Europa. L’attuale area archeologica, dal 1998 considerata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità – accanto anche a Cividale del Friuli e Palmanova – è di eccezionale importanza e consente di ammirare i resti del foro romano, del sepolcreto, di pavimenti in mosaico e fondazioni di case, di statue, dei mercati, di mura, del porto fluviale e della Via Sacra,con i possenti blocchi delle banchine di attracco, di un grande mausoleo e di molto altro. Visitare la Domus di Tito nei Fondi Cossar di Aquileia è come compiere un tuffo nel passato, nella vita dei Patrizi e delle loro residenze.

Scopri le visite guidate ad Aquileia

LE ALTRE BELLEZZE DA SCOPRIRE DELLA REGIONE

Intramontabili, inaspettate, sorprendenti. Le visite guidate del calendario messo a punto da PromoTurismoFVG accendono i riflettori sulle città principali – come la romantica Udine, da scoprire passeggiando tra i suoi vicoli e le sue rogge cercando di scorgere i colori che ispirarono il Tiepolo, e Pordenone, la città dipinta che si affaccia sul Noncello – ma anche diversi borghi e alcuni degli angoli meno conosciuti della regione. Per gli amanti dell’architettura l’appuntamento è a Torviscosa, un museo all’aperto che racconta la storia di una città autarchica nella pianura friulana costruita dalla SNIA Viscosa alla fine degli anni Trenta, chi vuole immergersi nel silenzio della Carnia potrà scegliere Pesariis, il paese degli orologi, per conoscere l’arte dei mosaici si può visitare Spilimbergo, mentre la storia del Rinascimento rivive ancora a San Daniele del Friuli, conosciuta anche per il suo rinomato prosciutto nonché per l’unicità e la bellezza della sua Biblioteca Guarneriana.

LA CULTURA E I SITI UNESCO “VIAGGIANO” SULLE QUATTRO RUOTE

Tre ragazze, un minivan, tanta voglia di conoscere un territorio e lasciarsi sorprendere da nuovi angoli ancora da scoprire. Comincia così “Road to happiness”, un “viaggio avventura” attraverso i siti Unesco del Friuli Venezia Giulia. Un racconto video a puntate che parte da Aquileia, raggiunge Palmanova, poi Cividale del Friuli, Palù di Livenza fino ad arrivare in cima, sulle vette delle Dolomiti.

I nuovi video realizzati da PromoTurismoFVG per promuovere i siti Unesco, disponibili sui canali social dell’ente del turismo – visualizzabili ai seguenti link Facebook e YouTube – , hanno come protagoniste tre giovani che, zaino in spalla e mappa in mano, esplorano il Friuli Venezia Giulia, ma soprattutto presentano il Patrimonio Unesco con una modalità di narrazione giovane, dinamica e fresca, strizzando l’occhiolino anche a un target più giovane.

NUOVI VIAGGI DIGITALI D’AUTORE CON PORDENONELEGGE

Sono stati pubblicati i nuovi Viaggi digitali d’autore, un progetto di pordenonelegge, Regione FVG e PromoTurismoFVG, che permette di percorrere itinerari letterari in regione per scoprire i luoghi che hanno ispirato gli scrittori. Qui di seguito gli ultimi episodi:

Paesaggi, animali, ispirazioni e disegni. Il carso di Nicoletta Costa

Tra pioppeti, risorgive e acacie. La Casa a Nord-Est e il Friuli di Sergio Maldini